KS IN CORSO Zerywia The Board Game - Reprint

Pigoz

Illuminato
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.671
Località
Castel d'Azzano (VR)
Goblons
1.028
Utente Bgg
pigoz

Riproto anche commento di @Salironth al gioco che mi ha inscimmiato di brutto:


Che ne pensate?
 

Zaress

Goblin
Registrato
12 Gennaio 2014
Messaggi
5.001
Località
Rovigo
Goblons
637
Scimmia onnipresente
Viaggi nella Terra di Mezzo
Boba sempre con noi
Scythe
Dune
Twilight Imperium
I love Kickstarter
Io gioco col Nero!
Utente Bgg
segretolunare
sembra figo così a naso, puoi riassumere in breve il gameplay? Il fattore lingua però è un problema per me...
 

Pigoz

Illuminato
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.671
Località
Castel d'Azzano (VR)
Goblons
1.028
Utente Bgg
pigoz
Evoco @Salironth per qualche domanda.

La prima campagna ha avuto problemi su tempi di consegna/ costi? Mi sembra di capire che è una piccola azienda.

Vedo che c'è testo nel gioco. In che quantità? C'è componete narrativa importante?

Il gioco prevede sia modalità in parità singola che in modalità campagna giusto? Come avviene evoluzione eroe? Nelle partite singole risulta comunque soddisfacente o serve per forza la campagna?
 

elvis74

Novizio
Registrato
10 Novembre 2020
Messaggi
174
Località
Milano
Goblons
177
Utente Bgg
elvisgame
Ci sto pensando seriamente. Devo vedermi anche un po’ di video.
La nuova espansione zerywia quest non ho capito come si lega al base.
Al momento propendo per il Warrior pledge vs hero che costa circa 80 euro in più e non ho capito se le tre big expansions meritano tanto
 

Shiazun

Babbano
Registrato
30 Settembre 2019
Messaggi
59
Località
Pisa
Goblons
31
Se ci fosse stato l'italiano sarebbe stato difficile resistere!
 

fangorn

Iniziato
Registrato
20 Giugno 2005
Messaggi
320
Località
Roma
Goblons
10
Il Signore degli Anelli - il gioco di carte
Talisman
Tocca a Te
In poppa magna!
Magic the Gathering
LEGO
Io gioco col Giallo!
I love Rugby
Per ora sono entrato col base per bloccare l'EB ma devo capire meglio quali espansioni arricchiscono il gioco...
 

elvis74

Novizio
Registrato
10 Novembre 2020
Messaggi
174
Località
Milano
Goblons
177
Utente Bgg
elvisgame
ho appena pledgiato Warrior + mini espansione EB che scade oggi.
Ho notato che molti SG, sebbene utilizzabili anche con il base, sono più adatti all’espansione/stand alone zerywia quest, che probabilmente aggiungerò poi nel PM come add-on
 

Salironth

Veterano
Registrato
27 Agosto 2019
Messaggi
691
Località
Parma
Goblons
302
La Guerra dell'Anello
Mage Knight
Il Trono di Spade
Hannibal
Utente Bgg
Salironth
Perdona il ritardo egregio @Pigoz! Finalmente posso rispondere alle tue domande.

La prima campagna ha avuto problemi su tempi di consegna/ costi? Mi sembra di capire che è una piccola azienda.
Sì, decisamente. Mi dilungherò su questo argomento perché è importante per tutti.
Partiamo da una premessa. La prima campagna si svolse a novembre 2019 e la consegna prevista era addirittura per giugno 2020. I due autori sembravano sicuri di poterla rispettare poiché sostenevano che il gioco fosse sostanzialmente pronto e che la campagna fosse stata lanciata per la traduzione. In effetti, i due avevano lanciato sei mesi prima una campagna sul sito di crowdfunding polacco wspieram.to ed erano arrivati su Kickstarter con un gioco che sembrava più o meno pronto, ma solamente nella sua versione polacca. In realtà, è probabile che avessero sottovalutato il labor limae necessario, almeno per quanto riguarda gli stretch goals. Comunque, nei primi mesi il tempo passava tutt'altro che invano: i materiali realizzati – prima le mini, poi i dadi e le fustelle – ci venivano di volta in volta presentati con aggiornamenti e video su youtube. La stampa delle carte subì un importante ritardo per problemi di approvvigionamento della Cartamundi, l'azienda coinvolta, e sicuramente non era una scusa perché un altro progetto (perlopiù) made in Poland che seguivo, che usava lo stesso formato di carte, conobbe un analogo ritardo. Poi, giunti a novembre 2020, sembrava si fosse giunti alla consegna. Invece, non fu altro che l'inizio delle consegne per i backer del crowdfunding polacco. Consegne che si dilungarono fino a maggio 2021, non solo per la malattia che affrontò Dominik (ricoverato in ospedale per covid, anche se per pochi giorni fortunatamente) ma anche per le diverse restrizioni in Polonia in quel periodo (fu l'ondata peggiore per loro, se non ricordo male).
Purtroppo saltò fuori in quel momento che il regolamento necessitava di essere rivisto e che Dominik, ormai rimasto l'unico dei due autori coinvolto nel progetto per l'abbandono mai spiegato di Przemysław, era costretto a rinegoziare le spedizioni per i forti aumenti dovuti al covid. Nel giro di qualche mese, e nello specifico da novembre 2021, finalmente le consegne in Europa iniziarono.
Insomma, la classica inesperienza del primo KS, che aveva portato ad una scadenza originariamente programmata del tutto irrealistica, nonché il sopraggiungimento di evento improvviso e destabilizzante come la pandemia e la defezione del coautore hanno fatto il resto. Il gioco mi è giunto a metà marzo di quest'anno e ci sono ancora diversi backers europei che non l'hanno ricevuto. Il tutto, con tante, troppe scadenze autoimposte che denotavano una certa superficialità di fondo, perché i pochi backers che avevano partecipato a questo progetto avevano un hype esagerato. Io stesso, devo ammettere, lo attendevo con una trepitazione inspiegabile. Ci piaceva e sbavavamo all'idea che fosse lì per arrivare, ma come dissi tempo addietro: ogni mese, arriva il mese prossimo!
Personalmente credo che dovrete aspettarvi qualche ritardo nella consegna. Dominik è fatto così e soprattutto è sostanzialmente solo nella gestione di questo progetto. Ciò detto, adesso si limiterà a correggere ciò che già ha realizzato, visto che in fondo il nuovo gioco Zerywia Quest è un derivato del gioco base e usa gli stessi materiali. Insomma, sono ottimista nonostante il discreto travaglio (travaglio comunque analogo o persino inferiore a quello che ho dovuto affrontare per altri progetti polacchi, come ad es. Successors e Tainted Grail).
Vedo che c'è testo nel gioco. In che quantità? C'è componete narrativa importante?
Nel gioco c'è molto testo. Ogni carta esplorazione mischia flavour text con le scelte da fare, dunque vi troverete costretti a leggere più o meno tutto. Quindi, la dipendenza dalla lingua è alta e il registro relativamente aulico, pur inserito in uno stile snello e semplice, non aiuterà chi arranca con l'inglese. La componente narrativa c'è ma è declinata in maniera analoga ad un Robinson Crusoe, per capirci.
Il gioco prevede sia modalità in parità singola che in modalità campagna giusto? Come avviene evoluzione eroe? Nelle partite singole risulta comunque soddisfacente o serve per forza la campagna?
Su questo purtroppo so rispondere poco, perché la modalità campagna non l'ho ancora provata. La crescita del personaggio nel lungo scenario singolo che ho provato più volte c'è, ma si sente in maniera un po' atipica. Nel tempo non si diventa più "forti", bensì più versatili e al limite resistenti. La crescita infatti si concretizza in una maggiore capacità di adattare la composizione del pool di dadi alla contingenza e di manipolare meglio i risultati dei lanci, ritentando la fortuna o convertendo i critici in rune (cioè in successi). In altre parole, se gli attributi rimangono sempre allo stesso livello, acquisendo reliquie, rituali, alleati e prodezze più forti si guadagna la possibilità di superare sfide e prove precedentemente troppo ostiche.
devo capire meglio quali espansioni arricchiscono il gioco
Caro @fangorn, non so rispondere bene alla tua domanda perché non ho ancora provato quelle maggiori. Tuttavia, suggerisco caldamente di non andare sotto il Warrior pledge. Le espansioni minori Into the Wild e soprattutto Scorned aggiungono eroi e quindi, assieme ad essi, il vero sale di Zerywia: le saghe. Più eroi vuol dire più saghe, e più saghe vuol dire più varietà e rigiocabilità. Per quelle grandi invece non saprei, ma hanno un funzionamento in parte analogo. Pochara mini-set a parte, che per l'appunto non aggiunge altro che un set di miniature destinate a sostituire uno standee e dei segnalini in cartoncino, le altre due – Wholeater e Thymor Gods – introducono una meccanica nuova che può essere aggiunta ad ogni scenario. So che nella prima hai un drago che vaga per la mappa con cui puoi interagire positivamente o negativamente, mentre nella seconda vi sono degli dèi che garantiscono benedizioni se si porta a termine una serie di missioni secondarie. Non avendole provate, non sono in grado di dire quanto siano congeniali.
Per quanto riguarda le nuove, Dragon Lore mi sento di consigliarla appieno, perché arricchisce il gioco base senza appesantirlo in alcun modo. Zerywia Quest invece è uno standalone che può fungere da espansione allargando la mappa di gioco e, cosa importante, aggiungendo altri due eroi, cioè altre saghe.
 
Ultima modifica:

Pigoz

Illuminato
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.671
Località
Castel d'Azzano (VR)
Goblons
1.028
Utente Bgg
pigoz
Grazie infinite @Salironth il tuo intervento è stato veramente utile a me e penso anche a tutti quelli interessati.
Temo che alla fine passerò soprattutto per questo motivo:
Nel gioco c'è molto testo. Ogni carta esplorazione mischia flavour text con le scelte da fare, dunque vi troverete costretti a leggere più o meno tutto. Quindi, la dipendenza dalla lingua è alta e il registro relativamente aulico, pur inserito in uno stile snello e semplice, non aiuterà chi arranca con l'inglese. La componente narrativa c'è ma è declinata in maniera analoga ad un Robinson Crusoe, per capirci.
Con l'inglese me la cavo nella lettura dei regolamenti prendendomi il giusto ma se poi c'è del testo in gioco, soprattutto se aulico, faccio più fatica e rischierei di non godermi il gioco. Inoltre nella lettura veloce del regolamento che ho fatto, mi ha ricordato per certi aspetti Shadow of Kilforth gioco che possiedo ma che non è entrato ancora nei miei "più giocati" prorprio per un barriera linguistica sopra la media.

Comunque grazie ancora, intervento veramente prezioso 👍
 

Salironth

Veterano
Registrato
27 Agosto 2019
Messaggi
691
Località
Parma
Goblons
302
La Guerra dell'Anello
Mage Knight
Il Trono di Spade
Hannibal
Utente Bgg
Salironth
Grazie infinite @Salironth il tuo intervento è stato veramente utile a me e penso anche a tutti quelli interessati.
Temo che alla fine passerò soprattutto per questo motivo:

Con l'inglese me la cavo nella lettura dei regolamenti prendendomi il giusto ma se poi c'è del testo in gioco, soprattutto se aulico, faccio più fatica e rischierei di non godermi il gioco. Inoltre nella lettura veloce del regolamento che ho fatto, mi ha ricordato per certi aspetti Shadow of Kilforth gioco che possiedo ma che non è entrato ancora nei miei "più giocati" prorprio per un barriera linguistica sopra la media.

Comunque grazie ancora, intervento veramente prezioso 👍
Se tu o altri volete, posto qui qualche foto di carte, cosicché possiate vedere di persona come vi trovate. Io ho parlato di «registro relativamente aulico» perché chi ha giocato con me si è trovato un po' in difficoltà e devo dire che almeno una decina di termini li ho dovuti cercare io stesso sul dizionario.
 

elvis74

Novizio
Registrato
10 Novembre 2020
Messaggi
174
Località
Milano
Goblons
177
Utente Bgg
elvisgame
Perdona il ritardo egregio @Pigoz! Finalmente posso rispondere alle tue domande.


Sì, decisamente. Mi dilungherò su questo argomento perché è importante per tutti.
Partiamo da una premessa. La prima campagna si svolse a novembre 2019 e la consegna prevista era addirittura per giugno 2020. I due autori sembravano sicuri di poterla rispettare poiché sostenevano che il gioco fosse sostanzialmente pronto e che la campagna fosse stata lanciata per la traduzione. In effetti, i due avevano lanciato sei mesi prima una campagna sul sito di crowdfunding polacco wspieram.to ed erano arrivati su Kickstarter con un gioco che in effetti sembrava più o meno pronto, ma solamente nella sua versione polacca. In realtà, è probabile che avessero sottovalutato il labor limae necessario, almeno per quanto riguarda gli stretch goals. Comunque, nei primi mesi il tempo passava tutt'altro che invano: i materiali realizzati – prima le mini, poi i dadi e le fustelle – ci venivano di volta in volta presentati con aggiornamenti e video su youtube. La stampa delle carte subì un importante ritardo per problemi di approvvigionamento della Cartamundi, l'azienda coinvolta, e sicuramente non era una scusa perché un altro progetto (perlopiù) made in Poland che seguivo, che usava lo stesso formato di carte, conobbe un analogo ritardo. Poi, giunti a novembre 2020, sembrava si fosse giunti alla consegna. Invece, non fu altro che l'inizio delle consegne per i backer del crowdfunding polacco. Consegne che si dilungarono fino a maggio 2021, non solo per la malattia che affrontò Dominik (ricoverato in ospedale per covid, anche se per pochi giorni fortunatamente) ma anche per le diverse restrizioni in Polonia in quel periodo (fu l'ondata peggiore per loro, se non ricordo male).
Purtroppo saltò fuori in quel momento che il regolamento necessitava di essere rivisto e che Dominik, ormai rimasto l'unico dei due autori coinvolto nel progetto per l'abbandono mai spiegato di Przemysław, era costretto a rinegoziare le spedizioni per i forti aumenti dovuti al covid. Nel giro di qualche mese, e nello specifico da novembre 2021, finalmente le consegne in Europa iniziarono.
Insomma, la classica inesperienza del primo KS, che aveva portato ad una scadenza originariamente programmata del tutto irrealistica, nonché il sopraggiungimento di evento improvviso e destabilizzante come la pandemia e la defezione del coautore hanno fatto il resto. Il gioco mi è giunto a metà marzo di quest'anno e ci sono ancora diversi backers europei che non l'hanno ricevuto. Il tutto, con tante, troppe scadenze autoimposte che denotavano una certa superficialità di fondo, perché i pochi backers che avevano partecipato a questo progetto avevano un hype esagerato. Io stesso, devo ammettere, lo attendevo con una trepitazione inspiegabile. Ci piaceva e sbavavamo all'idea che fosse lì per arrivare, ma come dissi tempo addietro: ogni mese, arriva il mese prossimo!
Personalmente credo che dovrete aspettarvi qualche ritardo nella consegna. Dominik è fatto così e soprattutto è sostanzialmente solo nella gestione di questo progetto. Ciò detto, adesso si limiterà a correggere ciò che già ha realizzato, visto che in fondo il nuovo gioco Zerywia Quest è un derivato del gioco base e usa gli stessi materiali. Insomma, sono ottimista nonostante il discreto travaglio (travaglio comunque analogo o persino inferiore a quello che ho dovuto affrontare per altri progetti polacchi, come ad es. Successors e Tainted Grail).

Nel gioco c'è molto testo. Ogni carta esplorazione mischia flavour text con le scelte da fare, dunque vi troverete costretti a leggere più o meno tutto. Quindi, la dipendenza dalla lingua è alta e il registro relativamente aulico, pur inserito in uno stile snello e semplice, non aiuterà chi arranca con l'inglese. La componente narrativa c'è ma è declinata in maniera analoga ad un Robinson Crusoe, per capirci.

Su questo purtroppo so rispondere poco, perché la modalità campagna non l'ho ancora provata. La crescita del personaggio nel lungo scenario singolo che ho provato più volte c'è, ma si sente in maniera un po' atipica. Nel tempo non si diventa più "forti", bensì più versatili e al limite resistenti. La crescita infatti si concretizza in una maggiore capacità di adattare la composizione del pool di dadi alla contingenza e di manipolare meglio i risultati dei lanci, ritentando la fortuna o convertendo i critici in rune (cioè in successi). In altre parole, se gli attributi rimangono sempre allo stesso livello, acquisendo reliquie, rituali, alleati e prodezze più forti si guadagna la possibilità di superare sfide e prove precedentemente troppo ostiche.

Caro @fangorn, non so rispondere bene alla tua domanda perché non ho ancora provato quelle maggiori. Tuttavia, suggerisco caldamente di non andare sotto il Warrior pledge. Le espansioni minori Into the Wild e soprattutto Scorned aggiungono eroi e quindi, assieme ad essi, il vero sale di Zerywia: le saghe. Più eroi vuol dire più saghe, e più saghe vuol dire più varietà e rigiocabilità. Per quelle grandi invece non saprei, ma hanno un funzionamento in parte analogo. Pochara mini-set a parte, che per l'appunto non aggiunge altro che un set di miniature destinate a sostituire uno standee e dei segnalini in cartoncino, le altre due – Wholeater e Thymor Gods – introducono una meccanica nuova che può essere aggiunta ad ogni scenario. So che nella prima hai un drago che vaga per la mappa con cui puoi interagire positivamente o negativamente, mentre nella seconda vi sono degli dèi che garantiscono benedizioni se si porta a termine una serie di missioni secondarie. Non avendole provate, non sono in grado di dire quanto siano congeniali.
Per quanto riguarda le nuove, Dragon Lore mi sento di consigliarla appieno, perché arricchisce il gioco base senza appesantirlo in alcun modo. Zerywia Quest invece è uno standalone che può fungere da espansione allargando la mappa di gioco e, cosa importante, aggiungendo altri due eroi, cioè altre saghe.
Grazie mille per i suggerimenti e le impressioni di gioco
 

vghetta

Illuminato
Registrato
26 Novembre 2012
Messaggi
1.600
Località
Pergine Valsugana
Goblons
631
Se tu o altri volete, posto qui qualche foto di carte, cosicché possiate vedere di persona come vi trovate. Io ho parlato di «registro relativamente aulico» perché chi ha giocato con me si è trovato un po' in difficoltà e devo dire che almeno una decina di termini li ho dovuti cercare io stesso sul dizionario.
Questo sarebbe assai utile…se ci fai la cortesia potrebbe essere comodo per valutare il livello di inglese richiesto
 

Salironth

Veterano
Registrato
27 Agosto 2019
Messaggi
691
Località
Parma
Goblons
302
La Guerra dell'Anello
Mage Knight
Il Trono di Spade
Hannibal
Utente Bgg
Salironth
20220508_165346[1].jpg


Per la cronaca, io non ho avuto praticamente nessun problema fino ad ora se non singoli termini, spesso nei titoli (es.: non conoscevo né serfdwindling). Ma so che in molti che magari non sono abituati all'inglese possono fare fatica.
 

Pigoz

Illuminato
Registrato
20 Febbraio 2013
Messaggi
1.671
Località
Castel d'Azzano (VR)
Goblons
1.028
Utente Bgg
pigoz
20220508_165346[1].jpg


Per la cronaca, io non ho avuto praticamente nessun problema fino ad ora se non singoli termini, spesso nei titoli (es.: non conoscevo né serfdwindling). Ma so che in molti che magari non sono abituati all'inglese possono fare fatica.
Sono combattuto.... In realtà le parti relative agli effetti di gioco non sembrano complesse. Penso riuscirei a giocarlo perdendo però buona parte dell'aspetto narrativo. Ma quindi non c'è un libro delle storie/campagna? È tutto solo su carte?
 

Salironth

Veterano
Registrato
27 Agosto 2019
Messaggi
691
Località
Parma
Goblons
302
La Guerra dell'Anello
Mage Knight
Il Trono di Spade
Hannibal
Utente Bgg
Salironth
non c'è un libro delle storie/campagna? È tutto solo su carte?
Solo su carte. Ci sono ovviamente alcuni passaggi tematici sul "libro" degli scenari veramente molto stringati, come questo che introduce la campagna delle Maschere di Ughmor:
A new, mysterious cult is gaining more and more followers at an alarming rate, among the peasants and townsfolk alike. Disturbing rumours are spreading of blasphemous rituals aimed at abandoning the old gods, and a doctrine of devotion to Oblivion... The Witungs of the Dawn, worried by the spreading infestation of the Murk, send the tribes’ Chosen to uncover the source and intent of this cult somewhere in the Wilderness...
Ma non è un narrativo alla Tainted Grail o alla Kingdoms Forlorn.
 
Alto