Ciarlatani di Quedlinburgo: l'espansione con erbe e streghe

Le streghe arrivano alla fiera di Quedlinburgo portando un po’ di scompiglio tra in nostri ciarlatani; saranno in grado di aiutarli o vedremo molte più esplosioni?

Giochi collegati: 
The Quacks of Quedlinburg
Voto recensore:
8,0
The Herbs Witches è la prima espansione per il vincitore del Kennerspiel des Jahres 2018.
Pubblicata da Schmidt Spiele nel 2019 e speriamo presto pubblicata in italiano a firma Devir.

L’espansione si prefigge di aumentare la longevità del gioco introducendo variabilità tra gli elementi già presenti nella scatola base e inserendo alcuni elementi aggiuntivi per portare il nostro elisir miracoloso a vette mai viste.

Vediamo innanzitutto cosa c'è dentro la scatola:

  • un set per il quinto giocatore;
  • 8 libri degli ingredienti;
  • 153 gettoni ingrediente (e 3 di scorta);
  • 20 rubini;
  • 12 carte strega (di tre tipi);
  • 15 monete (di tre tipi);
  • 5 ciotole trabocco.

E ora andiamo a vedere cosa fanno i vari elementi.

Plancia quinto giocatore: non essenziale, ma benvenuta; inoltre il set è nero, uno dei miei colori preferiti quando gioco (essendo daltonico è uno di quelli che non fatico a riconoscere). L’aggiunta di giocatori a questo titolo non ha un impatto sul tempo d'attesa, per cui, anche se ne avessero aggiunto un sesto, non mi sarei lamentato. La plancia arriva corredata con i vari segnalini in legno, la fiaschetta e i famigerati ingredienti bianchi.

scodelle.jpeg

scodelle traboccamento
scodelle traboccamento
Ciotole: sono piccole plance addizionali che si incastrano ai lati del calderone, stampate su entrambi i lati, per cui è possibile utilizzarle sia con la plancia base che con quella avanzata. Il loro scopo è raccogliere la pozione in eccesso permettendoci di pescare altri ingredienti una volta raggiunto il limite del calderone. I gettoni così pescati vengono considerati come se non avessero capacità speciali e ci fanno guadagnare punti per la metà del valore riportato sopra di essi.
La prima volta che le ho viste, dentro di me ho pensato “ma quando mai mi capita” e invece mi sono ritrovato a beneficiarne più di una volta.
Le ciotole non sono solo utili a guadagnare punti, infatti tutti i giocatori che riescono a far traboccare la propria pozione, potranno tirare il dado indipendentemente dal punteggio ottenuto, sempre ammesso che nel frattempo non sia esploso il calderone.

Nuove ricette per i vecchi ingredienti: quello che normalmente viene definito un “more of the same”, ma non me ne posso assolutamente lamentare, perché i nuovi effetti si inseriscono senza problemi coi vecchi.

Tra queste è da notare un nuovo libro per la falena, che non basa più i suoi effetti sulle maggioranze come avviene nel gioco base, e la zucca di valore sei che può far balzare la nostra posizione nel calderone significativamente in avanti.

nuovi_ingredienti.jpeg

ingredienti espansione
ingredienti espansione
Nuovo ingrediente: il Locoweed, che potremmo tradurre con "astragalo", o forse con un più generico "erba matta". Uno strano ingrediente con nessun valore riportato sul gettone e un solo libro (due effetti quindi). Il primo effetto ci fa copiare il valore e l’effetto dell’ultimo ingrediente pescato, escludendo i gettoni bianchi. Inutile dire che nel mio caso ogni volta che lo compro finisco per pescarlo come primo ingrediente vanificandone il potere. Il secondo effetto invece fa valere l’astragalo uno più il numero di code di ratto guadagnate nel turno corrente, ottimo per chi arranca in coda al tracciato dei punti vittoria.

Le streghe invece introducono una nuova meccanica nel gioco.
Ci sono tre tipi di streghe, ognuna conferisce un effetto monouso che si attiva in fasi differenti del gioco (preparazione, acquisto, rubini, segnapunti, eccetera).
Per tenere traccia dell’utilizzo dei poteri ogni giocatore viene dotato di tre monete (oro, argento e bronzo) spendendo la moneta corrispondente a quello rappresentato sulla carta della strega. Nella scatola ci sono dodici tende di tre colori differenti.
Ogni moneta non spesa vale due punti vittoria a fine partita, ma posso assicurarvi che è una magra consolazione rispetto al vantaggio che si potrebbe ricevere. Sarà possibile ad esempio raddoppiare il valore dei punti da spendere per gli acquisti o migliorare i gettoni gratis o ancora guadagnare tanti rubini quanti sono i punti vittoria guadagnati nel turno in cui si usa.

Impressioni

streghe.jpeg

tende delle streghe
tende delle streghe
Il gioco forse non necessitava di espansioni particolari. Trovo che Ciarlatani sia sempre fresco per una serata non impegnativa con un po’ tutti i tipi di giocatori; in ogni caso un po’ di varietà è sempre benvenuta, soprattutto per rompere la corsa alle falene e rendere anche il fantasma una scelta molto più interessante.
Le aggiunte in generale non allungano il gioco in modo significativo se non per la durata della pesca degli ingredienti, comunque si tratta sempre di pochi minuti nell’arco di tutta la partita.
Anche le streghe sono divertenti, non rompono il gioco e possono salvarci da una brutta pescata. Inoltre avendo solo tre streghe nell’arco di tutta la partita, non si dovrebbe andare in paralisi da analisi su quando utilizzarle.
Non mi dilungo sul set per il quinto giocatore di cui ho parlato in  precedenza.

Conclusioni

Se amate I Ciarlatani di Quedlinburgo allora mi sento di consigliare vivamente quest’espansione, se invece è un gioco che intavolate una volta al mese o anche meno di frequente, allora non consideratela come strettamente indispensabile.

Pro:

maggiore variabilità

tempo di gioco sostanzialmente invariato

possibilità di giocare in cinque

Contro:

per ora esclusivamente in lingua inglese

Puoi votare i giochi da tavolo iscrivendoti al sito e creando la tua classifica personale

Commenti

Non hai news sulle tempistiche per l'uscita in italiano?

Già il fatto che aggiunga il quinto giocatore non è cosa da poco per un gioco di questo tipo!.. Aspettiamo devir allora ^_^

Io aspetto la versione italiana dell'espansione. Devono farlaaaa!!!

Bella espansione: ci e' davvero piaciuta! L'abbiamo in tedesco (come il base) con tutte le carte tradotte in inglese...un delirio ogni volta, ma ce lo godiamo lo stesso.

Per scrivere un commento devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare