Recensioni su Fief Indice ↑

  • Autore:
    Anonimo

Articoli che parlano di Fief Indice ↑

Per questo gioco non ci sono articoli abbinati, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare un articolo collegato a questo gioco.

Eventi riguardanti Fief Indice ↑

Per questo gioco non ci sono eventi, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare degli eventi collegati a questo gioco.

Download Fief: Scarica documenti, manuali e file Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Video riguardanti Fief Indice ↑

Per questo gioco non ci sono recensioni, se vuoi puoi contattare la redazione per pubblicare una tua recensione.

Gallerie fotografiche Indice ↑

Fief: voti, classifiche e statistiche Indice ↑

Persone con il gioco su BGG:
531
Voti su BGG:
354
Posizione in classifica BGG:
3545
Media voti su BGG:
7,30
Media bayesiana voti su BGG:
5,81

Voti e commenti per Fief

6,5

Nonostante questo gioco sia retto dal caos e dall'aleatorietà in molti suoi frangenti, rimane un prodotto pienamente godibile. La fase del combattimento è ben strutturata, così come è molto interessante il meccanismo che porta alla vittoria e la possibilità di fare alleanze e tradimenti. Se da una parte il gioco può frustrare, dall'altra può essere veramente entusiasmante, ma bisogna vedere il gioco più come una vera e propria battaglia senza regole, piuttosto che come una competizione in cui vince il più bravo. Abbastanza buono il materia, mentre trovo pessimi i colori e la grafica di alcuni componenti.

4

E' un gioco anni 80 e si vede. Intanto ha una durata virtualmente infinita...poi le carte e gli eventi sono così destabilizzanti che non ha quasi senso pianificare qualcosa infine si pregia del fattore kingmaking più alto della mia esperienza di giocatore: il capriccio di un giocatore può facilmente decidere chi vince e chi perde.. A fianco di un paio di buone idee come il doppio layer religioso/nobiliare e l'aspetto diplomatico ve ne sono altre assolutamente assurde. Tra eventi casuali, carte lanciate dai giocatori e battaglie in puro stile risiko il controllo sul gioco è pari a zero. Fondamentale poi il sistema di punti dove conviene aspettare l'ultimo momento per siglare la vittoria "a squadre".
Riesumatolo per una o due (sic) partite all' insegna del trash puro lo riporrete in cima all' armadio a prendere la polvere che merita. Ingiocabile al giorno d'oggi, anche grazie ad un regolamento scritto da un babbuino cieco.

8

Nessun commento

9

Gran bel gioco con un'ambientazione viva e sentita come pochi altri. I giocatori si parlano, intrigano, complottano, si alleano. Ci sono combattimenti epici e elezioni memorabili, è vero che è anche molto soggetto alla casualità (carte calamità, tiri di dado) ma a me (pur se amante della scuola tedesca) non importa in questo caso anzi...
Ovviamente come tutti i giochi di diplomazia è consigliabile giocare con il massimo numero di giocatori: 6.

7

Non posso non convenire (mi capita quasi sempre) col salomonico Geremia...E per fortuna che l'hanno rinfrescato e ammodernato 'sto titolone vintage!!! Seguivo il progetto di rilancio da oltre un anno, l'ho acquisito trepidante e devo confessare la mia irritazione per lo scarso coraggio mostrato dai curatori: ci DEVE essere un modo meno arcaico e follemente randomico di inserire gli eventi e distribuire i nobili, che diamine...Si rischia davvero di uscire di scena al primo turno, specie se salta su una pestilenza a caso... E tuttavia la parte diplomatica è geniale, così come non mi paiono male le regole di combattimento, passabilmente fluide ed eleganti. Non solo, ma vi confido una cosa: a me, personalmente, della casualità non importa un fico secco! Sono proprio un vecchio amerithrash affamato di interattività diretta, intrighi, alleanze, cartine ecc. ecc. Capisco che oggigiorno per quelli come me è dura: hai a che fare per lo più con (eccellenti) eurogamers, che misurano spasmodicamente il bilanciamento delle dinamiche e al primo fattore fuori controllo perdono, in modi diversi, le staffe. Confido tuttavia di convincerne qualcuno a dare un'altra chance a questo simpatico giocone tematico e coinvolgente. Un SETTE 'ideologico'

6

Gioco che mostra gli anni che ha. Le critiche di qualche commentatore tuttavia mi sono parse eccessive nei toni, anche se magari corrette nella sostanza. Di sicuro è un gioco d'ambientazione: il meccanismo è a servizio e presenta qualche lacuna evidente. L'atmosfera non è resa male, ma eventi e alleanze specie dei primi turni hanno un peso eccessivo. Il regolamento è prolisso e lacunoso: ad esempio nella nostra prima partita è stato necessario ricorrere più volte alle interpretazioni autentiche di un playtester su Bgg. E poichè, citando il grande Alex Randolph, il gioco è la regola, il difetto non è di poco conto....

8

Gioco che mi è piaciuto parecchio... qualche pecca nella scalabilità, ma ben ambientato e con molta interazione, come piace a me.
Finora avrei dato un 7 per via del regolamento veramente pessimo, ma con l'uscita delle regole revisionate alzo il tiro ad 8.
Fra i difetti la lunghezza che a volte è eccessiva e la mancanza di alcune pratiche legende (seppure il gioco di per sè sia indipendente dalla lingua).

9

Comprendo le critiche che vengono mosse da alcuni giocatori su questo titolo, ma stiamo parlando in effetti di un gioco che si discosta molto dai concetti di bilanciamento e perfezione tecnica cui siamo stati recentemente abituati dalla scuola tedesca. Personalmente, apprezzando molto più l'ambientazione ed il divertimento dell'american-style rispetto ai (per me) freddi tecnicismi del german-style, ho trovato in questo titolo il più vicino concorrente del mio titolo preferito che è Blood Royale e giocandolo con gente che la pensava allo stesso modo non è stato difficile superare le lacune o le ambiguità del regolamento accordandoci prima su come interpretare le cose.

Pagine

Per scrivere un commento e per votare devi avere un account. Clicca qui per iscriverti o accedere al sito

Accedi al sito per commentare e votare